SOS VILLAGGIO DEI BAMBINI MANTOVA
INAUGURA IL DOPO SKUOLA

Uno spazio didattico educativo
nel quale tutti i minori del territorio
possano socializzare, giocare e imparare

Sostegno scolastico
Attività espressive, ricreative e di socializzazione

Su richiesta:
Somministrazione pasti
Servizio trasporto
Supporto famiglie nella gestione
dell’organizzazione scolastica

Scarica la Locandina / Scarica il Programma

Conferenza di inaugurazione ella sede di Via Torelli 8 a Mantova
Intervento del presidente del Villaggio dei Bambini, Dante Ghisi

“Qual è la cosa peggiore che può accadere ad un bambino?

Credo che la cosa peggiore che possa accadere ad un bambino sia non avere al proprio fianco i genitori nel periodo di vita nel quale i genitori gli sono necessari come l’ossigeno che respira.

Ma c’è una cosa che è anche peggiore:
è sentirsi rifiutato, rigettato, percosso, disprezzato, per non dire di peggio, dai propri genitori.

Questo, se ci pensiamo bene, è quanto di peggio posso succedere ad un bambino.
I bambini poi diventano adolescenti, poi adulti.
Poi diventano GENITORI, in molti casi.

Noi accogliamo e ci prendiamo cura di questi bambini, finché divengono maggiorenni.
Li ospitiamo.
Cerchiamo di dare loro le attenzioni necessarie per sciogliere il gelo che blocca la loro anima e la loro maturazione.

Viviamo con loro, senza pretendere di divenire la loro famiglia e senza comportarci come un surrogato di essa.

Dal 2016 agiamo anche sulle loro famiglie, quando esistono, per cercare di creare le condizioni per il rientro a casa dei bambini.
Questo sforzo, compiuto dai nostri educatori in collaborazione con gli operatori preposti dei territori dai quali i bambini provengono, ha dato e sta dando i suoi primi risultati positivi.

In sintesi questo è ciò che facciamo nella nostra sede presso il Bosco Virgiliano a pochi passi da qui e che continuiamo a fare.
Tuttavia, quando il 6 giugno 2016 accettai l’incarico di presidente del Villaggio dei Bambini, mi resi conto che la nostra missione non si sarebbe dovuta limitare all’accoglimento ed alla cura dei bambini che ci vengono inviati dagli organi competenti.

Ho quindi deciso – sostenuto dal CdA – di lavorare su 3 AREE:
1- il possibile rientro a casa dei bambini, come già detto.
2- la qualità dei nostri educatori, condizione fondamentale per quanto già si faceva, ma ancor più determinante per instaurare relazioni costruttive con le famiglie.
3- LA TERZA AREA inizia proprio da via Torelli 8, ossia qui dietro.
E’ L’AREA DELLA PREVENZIONE DEL DISAGIO FAMIGLIARE.
La nostra idea di prevenzione si sviluppa su modalità di intervento nella collettività, iniziando con la sensibilizzazione e proseguendo con seminari e con percorsi, anche individuali, erogati da professionisti.
Da una parte si aiuteranno i genitori ed i futuri genitori a rafforzare le proprie competenze genitoriali.
Dall’altra coinvolgeremo gli adolescenti in percorsi di sviluppo personale, dato che per vivere bene è necessario coltivare l’armonia tra mente e corpo, ed in percorsi di ACQUISIZIONE DI COMPETENZE PROFESSIONALI o PERCORSI PROFESSIONALIZZANTI. In questa specifica sottoarea non creeremo percorsi professionalizzanti su modelli che già si trovano a livelli eccellenti sul territorio nazionale. Questo lo lasciamo fare a chi già lo sa fare molto bene. Il nostro impegno è invece indirizzato a sviluppare nei ragazzi e nei giovani adulti le competenze trasversali indispensabili per svolgere ottimamente qualsiasi attività.”

Conferenza di inaugurazione ella sede di Via Torelli 8 a Mantova
Intervento del direttore del Villaggio dei Bambini, Jonny Sommi

Il Villaggio dei Bambini di Mantova opera dal 1995.

Dal 2016 il Villaggio ha assunto l’impegno di rispondere in maniera efficace e professionale ai bisogni dei minori migliorando in qualità.
Da tale data si è lavorato per un miglioramento strutturale complessivo, dando maggiore attenzione alle famiglie.

Attualmente siamo 30 persone che lavorano per offrire accoglienza temporanea ai minori che non possono stare nelle loro famiglie e lavoriamo affinché, dove possibile, possano fare rientro nelle loro case.

Attraverso le nostre strutture e competenze, vogliamo offrire alle famiglie dei minori che accogliamo un sostegno nelle specifiche difficoltà educative, rafforzandone le competenze genitoriali, sostenendo la continuità della relazione tra il bambino i suoi genitori. Dove ciò non è possibile, diamo un supporto educativo qualificato per l’avvicinamento ed accompagnamento dei minori in famiglia affidataria, supportando sia i minori che la famiglia anche nel primo periodo di vita assieme.

Per i neo maggiorenni dove non è stato possibile il rientro in famiglia offriamo un contesto abitativo residenziale temporaneo con programmi di accompagnamento individuale per raggiungere l’indipendenza, in coerenza con il proprio progetto di vita.

Gestiamo 3 comunità educative residenziali per minori;
Un appartamento per sole madri in difficoltà con i loro figli;
Un appartamento per madri e padri in difficoltà con i loro figli;
Un Centro diurno per minori;
Un appartamento per neo maggiorenni;
Uno servizio di Spazio Neutro;
Un servizio di Accompagnamento all’affido etero familiare;
Un servizio di Assistenza domiciliare dei minori in uscita dalla comunità residenziale.

Oggi inauguriamo il nostro centro di aggregazione Giovanile dove vogliamo offrire le nostre competenze ai minori del territorio, anche in ottica di prevenzione.
Un servizio dedicato a sostegno delle famiglie, dove i bambini possono socializzare, giocare e imparare mentre i genitori non possono stare con loro.